Orgoglio pedofilo

Orgoglio pedofilo? Come orgoglio pedofilo? Svegliatemi, vi prego, ché sto facendo un brutto sogno. Orgoglio pedofilo. L’orgoglio è una cosa seria, per persone serie. Orgoglio pedofilo è già un controsenso linguistico. Sospettavo che il mondo avesse iniziato a girare al contrario. Da tempo lo sospettavo ma oggi ne ho la certezza. Ho la certezza che i valori sono ribaltati. Ho … Continua a leggere

La terza porta

Cosa nasconde quella porta, cosa cela quella sottile lamina di legno? E’ chiusa, con doppio giro di chiave ma la chiave è li, nella sua toppa. Perché chiudere una porta a chiave per poi lasciare la chiave? Aprila, e vedrai quel che si cela dietro. O non aprirla e tutto resterà com’è adesso. Del resto hai tutto ciò che un … Continua a leggere

Stink. Ovvero il prologo di Nonna Pina. (Un po’ come in Star Wars, che va di moda andare a ritroso!)

Chi siano i Falompi, ormai, lo sappiamo tutti. E chi non lo sa si documenti ché, queste, sono cose importanti! Un giorno, di chissà che anno, in qualche piega spazio-temporale di qualche sistema a milioni di anni luce da noi, accadde una cosa inusueta. Una di quelle cose che possono capitare una sola volta nell’arco della vita di un pianeta … Continua a leggere

Mbè?

Che cazzo è sta roba? Che è sta grafica? Dov’è il mio Blog verdino e rilassante? Dove sono i miei link e le mie visualizzazioni? Chi cazzo ha chiesto di cambiare il mio Blog? Come entrare in casa e, delle vecchie pareti bianche, trovare solo il ricordo nella propria testa. Si, perché adesso sono arancioni. E il divano bianco? Eh! … Continua a leggere

ANNO NUOVO…

…vita nuova, avevo detto mentre scorrevano stanchi gli ultimi giorni del 2006. Poi è arrivato il 2007 ma della vita nuova, neanche una traccia. Tutto vecchio, tranne il calendario sul tavolo. Quest’anno tocca al piccolo calendario di un piccolo canile di un piccolo paese fuori Bologna. Mi hanno fatto simpatia tutti quei bastardelli scodinzolanti ma tristi in attesa di adottare … Continua a leggere

Scrittura creativa

Dunque vediamo un po’… Bisogna pensare a qualcosa, trovare lo spunto giusto, ripercorrere episodi e semplici avvenimenti. Concentrarsi su qualcosa e voilà! Le parole saltano fuori da sole. Ecco. Mammamia come sono concentrato!! Quasi da mal di testa. Vediamo… dovrebbero essere qui… ecco qua sotto forse… no. Nell’altra pagina forse… no. Ma dove cazzo sono le parole?? Ehi, parole! Venite … Continua a leggere

Automobili

Oggi mi sono svegliato male. Assediato da una folla di clacson, da fumi di scarico, da stridore di pneumatici. Mi sento assediato, circondato, schiacciato dalle automobili. Automobili davanti al portone, sui marciapiedi, ferme sulle striscie pedonali, che passano col rosso, che rompono i coglioni… Sono saltato sulla moto e ho pensato quello che adesso scrivo. E’ Passat una Tipo con … Continua a leggere

La bottega del Tempo

Se apriranno quel negozio , io sarò il cliente modello. Ogni giorno dentro, a scegliere qualche chilo di buon, sano, fresco Tempo. Sarei li anche nei fine settimana, attaccato alla cler, ad aspettare l’apertura, come quei ragazzetti scemi che si piazzano fuori dai negozi in attesa di poter mettere le mani sulla Pleistescion 3 per primi. Per poi bruciare il … Continua a leggere

Io mollo.

Esiste un momento nella vita di ognuno di noi in cui si prende consapevolezza della vita stessa. E’ un momento diverso per ognuno di noi, diverso per ogni uomo. Ma quel momento, prima o poi, arriva. E la consapevolezza assume forma e colore, diviene qualcosa di tangibile e visibile. Urla nelle orecchie e abbaglia gli occhi, smuove le viscere e … Continua a leggere

Sogno

Stanotte ho fatto un sogno. Un bel sogno. Ma svegliarsi dopo un bel sogno a Milano, con 32 gradi alle 8,00, i coglioni già girati e il pensiero della giornata fa si che il bel sogno svanisca in fretta, troppo in fretta. E i bei ricordi si opacizzano e diventano del colore della città, prendono l’odore della città e le … Continua a leggere